Il Bando Microcredito è una iniziativa volta a sostenere le start-up lombarde attraverso finanziamenti a tasso agevolato. L’obiettivo è quello di fornire un sostegno concreto alle micro, piccole e medie imprese, nonché ai lavoratori autonomi, che intendono avviare o sviluppare un’attività imprenditoriale in Lombardia.

Regione Lombardia con decreto del 9 gennaio 2024 ha, inoltre, apportato alcune modifiche migliorative al Bando Microcredito, nel dettaglio:

  • il finanziamento richiedibile avrà un importo massimo di 75.000 euro (anziché di 40.000 euro come nella precedente versione), elevabile a 100.000 euro nel caso di società a responsabilità limitata;
  • il progetto di avvio o sviluppo di un’attività d’impresa dovrà avere un importo massimo pari a 75.000 euro (anziché 40.000 euro come nella precedente versione), elevabile a 100.000 euro nel caso di società a responsabilità limitata.

La dotazione finanziaria è pari a 24 milioni di euro, anche con risorse del PR FESR 2021-2027 di Regione Lombardia.

Finlombarda Spa, società finanziaria di Regione Lombardia, è il soggetto gestore della misura.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del finanziamento:

  • le micro e le PMI che, alla data di presentazione della domanda, risultano regolarmente costituite e iscritte da massimo 5 anni nel Registro delle Imprese (Start Up). Le imprese dovranno avere la sede oggetto del progetto ammissibile in Lombardia.
  • lavoratori autonomi con partita IVA individuale attiva, non iscritti al Registro delle Imprese, che alla data di presentazione della domanda abbiano dichiarato l’inizio attività da massimo 5 anni e con domicilio fiscale e sede oggetto del progetto in Lombardia.

IMPORTANTE: le PMI e i lavoratori autonomi, per poter accedere all’agevolazione, dovranno essere in possesso di una delibera di finanziamento da parte di uno degli Operatori di Microcredito convenzionati con Regione Lombardia.

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione prevede un finanziamento regionale con tasso nominale pari a zero abbinato a un finanziamento concesso a condizioni di mercato da un Operatore di Microcredito convenzionato con Regione Lombardia.

Il finanziamento complessivamente coprirà il 100% delle spese ammissibili di progetti di avvio o sviluppo di un’attività d’impresa per un importo massimo compreso tra 15.000 e 75.000 euro, elevabile a 100.000 euro nel caso di società a responsabilità limitata.

I progetti dovranno essere realizzati entro 18 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione. Sarà possibile richiedere una proroga, attraverso l’Operatore di Microcredito, fino ad un massimo di 3 mesi aggiuntivi complessivi.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese (al netto dell’IVA) collegate al progetto di avvio/sviluppo di impresa sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda per:

a) acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi, hardware (esclusi smartphone e cellulari) e impianti per la produzione di energia rinnovabile, termica e frigorifera;

b) acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud (per un periodo di 12 mesi), brevetti e licenze d’uso sulla proprietà intellettuale, nella misura massima del 60% delle spese di cui alle lettere da a) a e), con esclusione della presente lettera b).

c) consulenze specialistiche e altre spese funzionali alla registrazione di marchi, brevetti e per l’acquisizione di certificazioni di qualità;

d) consulenze relative all’avvio d’impresa nei seguenti ambiti: marketing e comunicazione, logistica, produzione, personale, organizzazione, sistemi informativi e gestione di impresa, contrattualistica, contabilità e fiscalità.

e) corsi di formazione volti ad elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali del lavoratore autonomo, dell’imprenditore e dei relativi dipendenti;

f) spese generali riconosciute in maniera forfettaria nella misura del 7% dei costi di cui alle lettere da a) a e).

Non sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • spese per l’acquisto di rami di azienda;
  • spese per affitti di terreni, fabbricati e immobili;
  • spese sostenute mediante operazioni di leasing e/ noleggio;
  • spese per autoveicoli;
  • spese per l’acquisto di beni usati;
  • spese effettuate/fatturate al soggetto beneficiario da società con rapporti di controllo o collegamento o che abbiano in comune soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza;
  • spese per il personale interno;
  • spese in auto-fatturazione e lavori in economia;
  • spese relative ad atti notarili, registrazioni, imposte e tasse;
  • spese per la gestione ordinaria dell’attività di impresa (materiali di consumo e minuterie, cancelleria, scorte di materie prime, semilavorati);

Non sono ammissibili le fatture di importo imponibile complessivo inferiore a 250 euro, siano esse fatture di acconto e/o di saldo.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente su Bandi On Line da parte dell’Operatore di Microcredito convenzionato. La finestra si è aperta alle ore 10.30 del 15 gennaio 2024 e rimarrà disponibile fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per ulteriori dettagli sul Bando Microcredito contatta l’Area Innovazione e Finanza Agevolata

E-mail: mauro.borroni@servizi.confindustriavarese.it – Cell: 339 7506438


  Commenti disabilitati su Bando Microcredito: finanziamenti a tasso agevolato per sostenere le start-up lombarde
163