AGGIORNAMENTO: Si specifica che lo sportello è chiuso per esaurimento dei fondi disponibili

Unioncamere lancia i voucher digitali per le imprese: contributi a fondo perduto per l’innovazione digitale e green. Domande dal 22 maggio fino al 15 luglio 2024

Obiettivi del bando
  • promuovere l’adozione di soluzioni, prodotti e/o servizi innovativi focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Transizione 5.0 e in un’ottica di “doppia transizione” digitale ed ecologica;
  • sviluppare ecosistemi dell’innovazione digitale e green rafforzando la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie 4.0, in una logica di condivisione delle tecnologie e attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico e produttivo.
Beneficiari

Possono presentare domanda di partecipazione le imprese che siano in possesso dei seguenti requisiti:

PMI con sede operativa in Regione Lombardia.

Dotazione finanziaria

Il bando prevede uno stanziamento complessivo di 3.208.000 euro.

Tale stanziamento viene ripartito in questo modo:

TerritorioStanziamento Camere di commercio
Brescia€ 400.000,00
Como-Lecco€ 375.000,00
Cremona€ 30.000,00
Mantova€ 100.000,00
Milano Monza Brianza Lodi€ 2.000.000,00
Sondrio€ 53.000,00
Varese€ 250.000,00
Totale€ 3.208.000,00
Caratteristiche dell’agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto (regime de minimis) a parziale copertura delle spese sostenute:

Investimento minimoInvestimento massimo agevolabileImporto contributo massimo
€ 4.000,00€ 20.000,00€ 10.000,00

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi ammissibili.

Interventi agevolabili

Sono ammissibili progetti di adozione e introduzione in azienda di tecnologie digitali 4.0, in un’ottica di “doppia transizione” digitale ed ecologica.

Sono agevolate soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 con l’obiettivo di rispondere ai bisogni di innovazione delle MPMI lombarde tramite la digitalizzazione di processi, prodotti e servizi offerti i quali riguardino almeno una delle tecnologie di innovazione digitale 4.0 riportati nel successivo elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie ricomprese nell’elenco 1 o 2:

Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • interfaccia uomo-macchina;
  • simulazione e sistemi cyber-fisici;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Internet delle cose (IoT) e delle macchine;
  • Cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
  • Soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc);
  • big data e analisi dei dati;
  • soluzioni di filiera per l’ottimizzazione della supply chain e della value chain;
  • soluzioni per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività aziendali e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, CRM, ERP, ecc);
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain.

Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing;
  • connettività a Banda Ultralarga;
  • sistemi di e-commerce;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

Sono ammissibili esclusivamente spese relative ad una o più tecnologie tra quelle previste negli “Interventi agevolabili”.

In particolare, sono ammissibili, le seguenti tipologie di spesa:

  • Consulenza erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati;
  • Formazione erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati, riguardante una o più tecnologie tra quelle previste al punto “Interventi agevolabili”. La formazione non può essere esclusivamente rivolta alle specifiche tecniche dei SW/HW acquistati;
  • Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto (senza vincoli relativi alla natura del fornitore).

Per ciascun progetto, la somma delle spese indicate per le voci a) e b) deve essere compresa tra il 30% e il 70% del totale delle spese ammissibili.

Le spese relativamente alle tecnologie dell’Elenco 1 devono essere almeno pari al 70% del totale delle spese ammissibili.

Servizi Confindustria Varese, per il tramite di Confindustria Varese, è antenna territoriale del DIH Lombardia.

Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 22 maggio 2024 alle ore 12.00 del 15 luglio 2024 (salvo esaurimento anticipato delle risorse) a Unioncamere.


Per approfondienti:

BANDO VOUCHER DIGITALI 4.0

Per maggiori informazioni riguardo servizi di consulenza e formazione e presentazione pratiche: 

E-Mail: mauro.borroni@servizi.confindustriavarese.it – Cell: 339 7506438


  Commenti disabilitati su Bando Voucher digitali 4.0 Lombardia 2024
294